Home > Featured post > Xiaomi in Italia: facciamo il punto della situazione!

Xiaomi in Italia: facciamo il punto della situazione!

Xiaomi in Italia

Il 24 maggio Xiaomi è entrata nel mercato italiano con un evento tenutosi a Milano. Ormai è passato poco più di un mese dall’arrivo di Xiaomi in Italia ed è opportuno fare il punto della situazione.

L’evento di lancio

Xiaomi in Italia: New player, new attitude

L’evento di lancio, accompagnato dallo slogan New Player, new attitude, è avvenuto a Milano, città per cui l’azienda ha mostrato avere un grande interesse.

Di seguito trovate una video sintesi dell’evento realizzata da Xiaomi stessa. Dato che la lingua prevalente all’evento è stata quella inglese, l’azienda ha fatto fare un doppiaggio in lingua italiana, doppiaggio però che non è dei migliori. Per questo motivo vi consiglio piuttosto di continuare a leggere il paragrafo per avere una sorta di riassunto dei punti fondamentali dell’evento.

Nell’evento inaugurativo di Milano ci sono stati tre protagonisti: Xiang WangDonovan Sung e Enrico Salvatori. Ma chi sono questi personaggi?

Xiaomi in Italia: i protagonisti dell'evento di lancio

Xiang Wang è il Senior Vice President di Xiaomi, azienda nella quale è entrato nel 2015. In passato ha lavorato per diversi anni con Qualcomm.

Donovan Sung è invece responsabile del Global Team Product Management e Marketing di Xiaomi nei mercati all’esterno della Cina continentale. In passato è stato in aziende quali Spotify, YouTube e Google.

Enrico Salvatori, infine, è stato l’unico italiano a salire sul palco dell’evento. Egli è il Senior Vice President e President di Qualcomm Europe. In passato ha lavorato anche nell’ambito delle telecomunicazioni satellitari.

Questo slideshow richiede JavaScript.

“Oggi è un giorno molto importante per Xiaomi” è iniziato così l’evento con le parole di Wang Xiang, il quale ha voluto sottolineare l’importanza di espandersi in altri mercati tra cui quello del bel paese.

Xiaomi in Italia: i fondatori dell'azienda

Xiaomi è nata nel 2010 come una semplice startup di Pechino. Essa è stata fondata da Lei Jun e da un gruppo di ingegneri che credevano che i prodotti tecnologici di qualità premium dovessero essere accessibili a tutti. Da allora l’azienda ha compiuto grandi passi ed ha avuto una crescita che non teme paragoni ai suoi attuali competitors.

Questo slideshow richiede JavaScript.

È stato molto interessante vedere la mappa degli smartphone Xiaomi attivi in tutto il mondo.

Mappa degli smartphone Xiaomi attivi nel mondo presentata in occasione dell'evento di lancio di Xiaomi in Italia

Ma non ci dimentichiamo che Xiaomi non produce solo telefoni, ma anche prodotti della cosiddetta IoT (Internet of Things), ossia tutti quei prodotti smart che l’azienda produce. Pensiamo ad esempio agli aspirapolvere, ma anche alle Yeelight, al gateway e così via.

Mappa dei dispositivi della IoT Xiaomi attivi presentata in occasione dell'evento di lancio di Xiaomi in Italia

I prodotti disponibili in Italia

Ma passiamo ora a uno dei punti chiave della presentazione: i dispositivi commercializzati in Italia. Con l’arrivo in Italia Xiaomi non ha infatti potuto portare con sé tutto il catalogo, ma lo sforzo che ha fatto è comunque notevole tanto è vero che in Italia non troveremo solo smartphone, ma anche vari gadget e altri prodotti interessanti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tra questi pensiamo al Mi TV Box, all’action cam con annesso gimbal e all’interessante Mi Robot Builder. Altro protagonista dell’evento è stato il Mi Electric Scooter, un veicolo pratico e leggero in grado di percorrere ben 30 km con sole 4 ore di ricarica.

In questa prima fase purtroppo non sono stati importati i portatili, i quali però potrebbero arrivare a breve. Pochi giorni fa, infatti, sono stati annunciati in Spagna i Mi Air, segno di un probabile arrivo imminente di questi prodotti anche nel mercato italiano.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sul sito ufficiale vi è una lista che contiene molti dei prodotti commercializzati in Italia. Si tratta di una lista però molto approssimativa in quanto mancano diversi oggetti (ad esempio il Mi Robot Builder) e bisogna specificare che non tutti i prodotti nella lista sono presenti nei Mi Store.

I prezzi a cui vengono venduti questi prodotti sono tutto sommato ragionevoli, anche se ci sono degli oggetti venduti a prezzi eccessivi. Pensiamo ad esempio all’Amazfit Pace che viene proposto nel Mi Store a ben 159,90 euro. Bisogna quindi valutare caso per caso se il gioco vale la candela.

Xiaomi in Italia: i prezzi

Xiaomi in Italia: i prezzi

Il primo Mi Store in Italia

Il primo Mi Store italiano ha aperto i battenti il 26 maggio nel noto centro commerciale di Arese, in provincia di Milano. Per tale occasione gran parte del catalogo era scontato e ci sono state varie iniziative con premi. In questo simpatico video, ad esempio, potete vedere come un bambino ha vinto un bellissimo Xiaomi Mi Mix 2S.

La garanzia

Entriamo ora in un tema centrale per l’arrivo di Xiaomi in Italia: la garanzia. Iniziamo subito col specificare che tutti i prodotti che sono stati importati, tramite distributori non ufficiali, non potranno godere della garanzia ufficiale italiana. Parliamo di prodotti che sono stati importati da altri mercati e pertanto per la garanzia bisogna far riferimento al paese di origine di questi.

L’azienda ha dunque nominato una serie di partner che vendono i prodotti di Xiaomi, i quali prodotti potranno poi godere della garanzia ufficiale.

Ma attenzione perché non sono solo quelli nella lista gli store con cui potrete usufruire della garanzia ufficiale, ma anche comprando da tutti quei store che prendono i loro prodotti dai distributori nominati da Xiaomi potrete godere della garanzia italiana ufficiale. I distributori in questione al momento sono Italy Wing S.R.L., GIVI Distribuzione S.p.A. e Datamatic S.p.A. Di conseguenza qualsiasi negozio che si rifornisce da questi grossisti avrà diritto alla garanzia ufficiale italiana.

Xiaomi in Italia: i distributori ufficiali

Ora che abbiamo affrontato chi può godere della garanzia italiana entriamo un po’ nel dettaglio di come funziona questa garanzia.

Xiaomi ha stretto accordi con una serie di negozi, sparsi su tutto il territorio, i quali fungono da centri di raccolta per l’azienda. La lista completa dei centri è disponibile sul sito ufficiale. Quando si porta uno smartphone al centro di assistenza questo verificherà l’IMEI del telefono per sapere se si tratta di un prodotto d’importazione o meno in modo da vedere se è idoneo alla garanzia.

Il canale di supporto tecnico

Sebbene la garanzia ufficiale non venga riconosciuta a tutti i dispositivi, c’è un servizio di assistenza tecnica online che Xiaomi in Italia ha messo a diposizione per tutti noi. Basta infatti scrivere una mail a service.it@xiaomi.com descrivendo il proprio problema per ricevere supporto da un team dedicato.

Ho testato in prima persona il servizio e, negli orari lavorativi, ho ricevuto le risposte alle mie domande in circa 25 minuti (in media), risposte che reputo soddisfacenti.

Il secondo Mi Store in Italia

Il 30 giugno è stato aperto il secondo Mi Store in Italia, situato sempre nel milanese. Esso si trova infatti nel centro commerciale Metropoli di Novate Milanese. Anche in questa occasione ci sono state ottime promozioni e gadget per i primi Mi Fans che sono arrivati.

Seguiranno sicuramente nuovi store sul territorio italiano tanto è vero che l’obiettivo di Xiaomi è quello di arrivare a 1000 Mi Store in tutto il mondo entro il 2020. Alcuni rumors ci suggeriscono che il prossimo aprirà nel mese di luglio a Roma.

L’unico prodotto acquistabile online da un Mi Store italiano

Vi è un prodotto che è possibile acquistare online da un Mi Store. Si tratta del Mi Electric Scooter, acquistabile a 349,90 euro. A questi si aggiungono poi 30 euro per la spedizione. La modalità di pagamento è quella del bonifico bancario. Per completare l’ordine basterà inviare un’e-mail a info@mistoreitalia.com con i dati della spedizione. Si tratta del primo, e per il momento unico, prodotto acquistabile online dallo store.

Le altre conseguenze dell’arrivo di Xiaomi in Italia

Quelle che abbiamo affrontato fino ad ora in questo lungo articolo non sono le uniche conseguenze dell’arrivo di Xiaomi in Italia. Ci sono una serie di iniziative che l’azienda sta preparando per l’Italia. Prima tra queste è la creazione dei Mi Fan Club, luoghi in cui i Mi Fans si riuniscono periodicamente per discutere insieme. I Mi Fan Club hanno il supporto di mamma Xiaomi, la quale può offrire gadget, t-shirt e così via ai Mi Fans per determinate occasioni.

Altra iniziativa notevole è quella Mi Explorers, programma che dà la possibilità ad un fortunato vincitore di viaggiare in Spagna con Xiaomi, ovviamente il tutto pagato dall’azienda.

Conclusioni

Insomma, l’arrivo di Xiaomi in Italia ha una serie di conseguenze positive che non bisogna dimenticare. Ho sentito polemiche sui prezzi ma vorrei ricordare a coloro che non sono d’accordo sui prezzi che possono pur sempre acquistare dalla Cina come facevano in precedenza. A tal proposito vi ricordo che per le offerte dalla Cina rimane attivo il canale Telegram di Cina Coupon.

L’arrivo di Xiaomi in Italia ci dà solamente delle opzioni in più, senza toglierci nulla.

Io spero che Xiaomi inaugurerà altri Mi Store, senza dimenticare la zona centro-sud, e che venga aperto un vero e proprio store ufficiale online. Detto ciò, sono molto lieto di quello che ha fatto Xiaomi negli anni e, ancor di più, per questo suo arrivo in Italia.

Vi invito ad esprimere le vostre opinioni, oltre a eventuali dubbi o domande, nei commenti.

Grazie per aver letto l'articolo!
Se vi è piaciuto condividetelo con i tasti posizionati più in basso.
Vi ricordiamo inoltre che potete seguirci sulla pagina ufficiale Facebook
e sul nostro canale Telegram.
Potete anche discutere della tecnologia con noi tramite il nostro gruppo Telegram.
Infine, se amate gli smartphone cinesi e le offerte, potete seguirci anche sul canale offerte di Cina Coupon Telegram.
Siamo presenti anche su TecHub.

mm
Thomas Fowler
Appassionato di tecnologia fin da piccolo, inizia con le modifiche per le gaming console, impara le basi della programmazione, si appassiona di video editing e, a 14 anni, compra il suo primo Xiaomi. Affascinato da questo mondo impara ad eseguire cambi di ROM, root e così via. A 15 anni apre Smartech, un portale per le recensioni di smartphone cinesi. A 16 anni inizia a dedicarsi alle offerte per i cinesoni con Cina Coupon. Dopo una breve esperienza con Passione Smartphone fonda TechBuzz.it
http://cinacoupon.x10host.com