Home > Android > La tastiera di Google impara sei lingue parlate in Italia

La tastiera di Google impara sei lingue parlate in Italia

Gboard

Più di un anno fa era stata lanciata una petizione per aggiungere il napoletano a Google Translate. Sebbene questa richiesta non sia andata a buon fine, il grande colosso di Mountain View ha recentemente aggiunto il supporto alla lingua napoletana sulla propria Gboard.

Gboard napoletano

Ma, oltre al napoletano, sono state introdotte altre cinque lingue usate in Italia: l’emiliano, il lombardo, il piemontese, il siciliano e il veneziano.

Gboard lingue supportate

Per usufruire di queste lingue sul proprio smartphone sarà sufficiente andare nella sezione “Lingue” delle impostazioni dell’app per poi abilitare quella desiderata. Dovrete però prima aver aggiornato l’app sul Google Play Store. Gli utenti iOS dovranno invece aspettare ancora un po’ per vedere aggiornata la propria Gboard.

Tra le nuove funzionalità più rilevanti troviamo anche il supporto della scrittura a mano libera e l’introduzione dei suggerimenti nei campi degli URL.

Gboard novità

E voi avete già aggiornato l’applicazione? Cosa aspettate a scrivere agli amici sfruttando i nuovi suggerimenti della Gboard?

Gboard – die Google-Tastatur
Gboard – die Google-Tastatur

Grazie per aver letto l'articolo!
Se vi è piaciuto condividetelo con i tasti posizionati più in basso.
Vi ricordiamo inoltre che potete seguirci sulla pagina ufficiale Facebook
e sul nostro canale Telegram.
Potete anche discutere della tecnologia con noi tramite il nostro gruppo Telegram.
Infine, se amate gli smartphone cinesi e le offerte, potete seguirci anche sul canale offerte di Cina Coupon Telegram.
Siamo presenti anche su TecHub.

mm
Thomas Fowler
Appassionato di tecnologia fin da piccolo, inizia con le modifiche per le gaming console, impara le basi della programmazione, si appassiona di video editing e, a 14 anni, compra il suo primo Xiaomi. Affascinato da questo mondo impara ad eseguire cambi di ROM, root e così via. A 15 anni apre Smartech, un portale per le recensioni di smartphone cinesi. A 16 anni inizia a dedicarsi alle offerte per i cinesoni con Cina Coupon. Dopo una breve esperienza con Passione Smartphone fonda TechBuzz.it
http://cinacoupon.x10host.com